É necessario istituire una Commissione bicamerale d’ inchiesta che affronti i problemi relativi alle condizioni di sicurezza e allo stato di degrado delle città e delle periferie”.

Ho presentato un disegno di legge per l’istituzione della commissione parlamentare d’inchiesta sul degrado e sicurezza delle città e le sue periferie. Già nell‘Assemblea Generale delle Nazioni Unite si era adottata, nel corso del Summit delle Sviluppo Sostenibile nel 2015 l’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Con 17 obiettivi per trasformare il pianeta.

Centrale era il tema delle città più sicure, inclusive e sostenibili, insieme alle periferie. Quest’ultime, nell’immaginario collettivo, risultano degradate, con un alto tasso di disagio sociale, economico, criminale e ambientale, presentando discariche a cielo aperto e smaltimento illegale di rifiuti. Le periferie rappresentano vari spaccati della società, spesso, sono il risultato di una città che si espande e che ingloba comuni, aree agricole e altre realtà. Resta, però, presente il problema della sicurezza infatti, l’insediamento periferico non adeguatamente presidiato da servizi pubblici o istituzionali, determina una flessione negativa in termini di tranquillità sociale.

Già nella scorsa legislatura la Commissione d’inchiesta istituita dalla Camera che ho presieduto aveva rilevato la necessità di coordinare le varie responsabilità istituzionali per ripensare programmi di intervento. É necessario avere una visione completa della situazione in essere affinché si possa adottare un Programma tipo, riproducibile ed adattabile che possa, da un lato, integrare politiche urbane e di rinnovo edilizio, dall’ altro evitare errori passati. Auspico che il disegno di legge possa incontrare l’unanime consenso di tutte le forze politiche.