Evitare il pericolo Molenbeek in Italia. E’ questo l’obiettivo che si ripropone la Commissione d’inchiesta parlamentare sulle periferie italiane.
Come possiamo partire dalle periferie per recuperare intere aree dove lo Stato sembra aver gettato la spugna?

On. Causin di recente ha presentato alla Camera dei Deputati la proposta di costituire una commissione d’inchiesta sulle periferie delle città italiane. Inchiesta resesi necessaria dopo i fatti di Parigi e Bruxelles, che hanno evidenziato come in alcune grandi periferie europee maturino i germi degli attentati terroristici. Ci può spiegare bene in cosa consisterebbe la commissione d’inchiesta?
La commissione d’inchiesta ha lo scopo di accendere una lampadina e fare luce su un problema che esiste e che si è già manifestato nelle grandi capitali del Nord. A Bruxelles, come a Parigi, gli attentatori non venivano dall’Islamic State, ma dagli Islamic District, i quartieri – ghetto delle grandi capitali e delle città industriali. Il profilo che le intelligence hanno tracciato è che sono tutti cittadini europei, nati in Europa, figli di migranti, con in comune la religione islamica, piccoli precedenti penali per furto e spaccio e una vita di difficoltà ed espedienti in quartieri disagiati, dove lo Stato ha fatto un passo indietro.

Leggi l’intervista completa