Intervento in Aula a favore della discussione di un ordine del giorno del collega Fraccaro del movimento 5 stelle volto alla rideterminazione dei vitalizi degli ex parlamentari.

“Sig.ra Presidente,
Premetto che intervengo a titolo personale e non a nome del mio gruppo.
Dal momento che Lei si è impegnata fin dal principio a ridare dignità all’Istituzione della camera dei Deputati che rappresenta, credo che sarebbe stato opportuno svolgere la discussione proposta dall’ordine del giorno del collega on. Fraccaro.
Premetto che il 31 dicembre 2014 ho operato la rinuncia al vitalizio che ho maturato dal consiglio regionale del Veneto.
Una scelta personale maturata perché ritenevo insostenibile, nel contesto delle mie relazioni, amici che fanno gli imprenditori, commercianti, artigiani o lavoratori dipendenti una ingiusta sproporzione tra contributi versati e ciò che avrei percepito all’età di 55 anni.
Sig.ra Presidente non si tratta di andare a ledere un diritto acquisito, ma di porre rimedio ad una vergognosa disuguaglianza che mina la credibilità di questa istituzione.
Se vuole ridare dignità alla Camera dei Deputati non lo farà mettendo i deputati in un sottoscala, togliendo loro è ai loro collaboratori la possibilità di svolgere dignitosamente il compito a cui sono stati chiamati. Ma lo potrà fare sanando questa vergognosa disuguaglianza”.

Guarda il video dal minuto 10.23 :

Video