Ho presentato alla Presidenza del Consiglio un’interrogazione in merito ai rimborsi dovuti per le adozioni internazionali bloccati al 2011.
Sul sito della Commissione Adozioni internazionali è stato pubblicato in data 12/07/2017 un comunicato attraverso il quale “si comunica che sono in corso i rimborsi delle spese sostenute per le adozioni conclusesi nell’anno 2011 che saranno integralmente liquidati entro la fine del corrente anno 2017, nei criteri dal DPCM del 4/08/2011, non vi è stato alcun provvedimento analogo che preveda il rimborso delle spese sostenute per le adozioni concluse dopo il 31/12/2011. Pertanto non verrà dato seguito ad alcuna istanza di rimborso relativa agli anni successivi al 2011″.

I minori entrati in Italia per adozione dal 1/01/2012 al 31/12/2015 sono stati 10.353 e dunque, anche alla luce del dato riportato, ad avviso dell’interrogante, il mancato rimborso delle spese sostenute per le adozioni concluse dopo il 31/12/2011 mostra una palese discriminazione nei confronti di tutte quelle famiglie che accolgono minori abbandonati.

Ha chiesto al Ministro interrogato se non intenda fare chiarezza circa la decisione assunta in merito ai rimborsi delle spese sostenute per le adozioni conclusesi negli anni successivi al 2011 e se non intenda intraprendere le opportune iniziative al fine di garantire che il Fondo per le adozioni internazionali possa mantenere la finalità di rimborsare le spese sostenute dai genitori adottivi per l’espletamento della procedura di adozione del minore straniero.